BRESCIA EST - VALLI DEL MARMO - ALTO NAVIGLIO - VALTENESI - VALTROMPIA - FORESTA ALTO GARDA OCCIDENTALE - OLTRE CONFINE

Prossima gara in programma: GIRO DI S. MARTINO

Per informazioni, iscrizioni alla gara e risultati cliccare sul volantino

GIRO DI S. MARTINO

  • giro di san martino (strabone)

    Ecco che sono stato nel bosco wild e a dare una sbarbata a la traccia. Che poi, i bookmakers del meteo danno domenica, danno mattinata con pioggia. Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è paitone-5-JPG.jpgMa in estate correre sotto la pioggia ha anche il suo piacevole perchè, (peccato che dentro al bosco i rami de le piante con le foglie fanno da ombrello, e quella bella pioggia su la pelle se ne avrà di meno) specie se col campo gara dopo, con le premiazioni siamo anche al coperto, come che siamo bene al coperto domenica. Che è un posto servito di tutto punto, con tanto di banca, bar, parcheggio e videosorveglianza. Ecco che, mentre che intento a sbarbare, ho ripensato il giro e di farlo diventare ancora più interessante, esatto, più wild. Questo che anche se la modifica va a tirare via la stradina forestale sterrata e al suo posto ci mettiamo più tanto sentiero scb530 che già segnato, e il sottoscritto e Vincenzo meno da fare. Credo che da la cartina si capisce dove che stato tagliatoQuesta immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è paitone-7-JPG-1024x496.jpg Ma non è l’unico vantaggio, in questo modo, per me, il giro aumenta il suo fascino misterioso, anzi, questa modifica ne aumenta il fascino del wild. Come che una azzeccata acconciatura dei capelli in grado di valorizzare il viso di una donna, questa modifica di questo tratto, questa nuova acconciatura al giro, esatto, ne aumenta sicuro anche il suo fascino. (la tal influencer, si quella più famosa, si quella che adesso sotto gogna mediatica, che per avidità di mettere sul suo conto corrente personale ancora più tanto denaro, l’ha fatta grossa e è caduta in disgrazia? Tendenze tagli capelli corti inverno 2021 | Capelli rasati ...che sul suo blog a dire: come mi sta la mia nuova acconciatura? ma chi …zzzo se ne frega de la tua acconciatura, questo il sottoscritto, perchè milioni, decine di milioni di intelligenti, intelligentissime persone, dove la maggiornaza, la stragrande maggioranza donne, donne e ragazze con lo smartphone sempre in mano e sempre sotto gli occhi, esatto, loro che, dipendenti da le sue labbra, che senza di lei non vivono, tal intelligenti donne e ragazze, non il dialogo coi genitori, ma di rispondergli a tal brava e intelligente e soprattutto bona, bona nel senso di sexy, a tenere dialogo con la tale, la quale ride sotto i baffi? esatto, il mondo che va al contrario) Con questa modifica al giro originale il kilometraggio non cambia, in pratica arriviamo in bocca a la contrada di Sarzena, invece che a passargli distanti 1km, e dopo, in leggera discesa andiamo a ricongiungerci al giro originale. Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è paitone-6-JPG.jpgIn questo modo teniamo molto di più sul giro che stato de la Marcia Di Regolarità e anche meno da segnare per il sottoscritto e Vincenzo, che in photo a lato, che mio ex atleta e ex runner di grande caratura, dove che a i primi anni del torneo sua la firma su la pagina de l’albo d’oro e di tante gare. Già detto e sbrodolato anche negli anni passati che questi monti erano di transito per andare in trentino, e non fa eccezione Sarzena (Sergio, Sarzena è quella contrada dove che a la gara Imbal Carton ti avevo passato fuori in discesa su quella mulattiera molto sconnessa e piena di pietre affioranti. Però ti va bene che domenica non la facciamo, che arrivati nell’abitato svoltiamo subito a sx e per andare direzione Marguzzo) Sarzena come i posti di queste montagne, chi ci viveva, esatto, viveva anche di “brigantinaggio”. Esatto, alleggerivano i viandanti di passaggio da e per il trentino. oratorio di S. Martino - Parrocchia Santa Giulia PaitoneDove che ai tempi, Sarzena era contrada sotto il comune di Marguzzo, due km distante e dove il centro proprio la Chiesetta di San Martino, che in photo a lato. Dipendenti dal Comune di Marguzzo erano anche le contrade di Soina e Pospesio, contrade che a Soina ci passiamo verso la fine, e a Pospesio ci passiamo verso l’andata. Nel senso che, Paitone basso era contrada di Nuvolento. (son passati seicento anni da quando ci stava il Comune di Marguzzo, e mentre Nuvolento ha perso smalto e brio, invece, Paitone, dopo essersi annesse le contrade circostanti, è da almeno 1 secolo che sta vivendo un bel periodo di emancipazione e crescita, esatto, che è più vivo) Qualcuno dice che proprietario di questo territorio tra Soina Pospesio Sarzena e Marguzzo, in origine aveva un unico proprietario (esatto, siamo stati cresciuti che il Pianeta Terra non di tutti chi che lo abitano, ma esclusiva proprietà dei potenti e cattivi? che assolutamente non lo vogliono condividere con altri? specie se proletari? dove anche ai tempi lo marcavano con la pipì come i cani? e no, lo marcavano perchè che potevano permettersi di pagare un esercito armato. Esatto, adesso cambia poco, i proprietari sono sempre chi ha le armi, chi ha un esercito. Hai voglia di dire che questo è mio e quello è tuo, è solo che convenzione, che quando ci sta chi non rispetta la convenzione? esatto, la stessa cosa del stampare denaro. Come vengono stampati i soldi: Il processo di creazione della valutaChi che decide di stampare denaro, non il povero che ne avrebbe più di bisogno, decidono di stampare denaro chi già ricchi. Esatto, non devono farne circolare tanto, e in modo di costringere il povero, che se vuole denaro, lui non lo può stampare, lui per avere denaro è costretto a sudare, a diventare schiavo per 4€ a l’ora e perdere la vita per dello sporco lurido denaro stampato dai ricchi, e dato via col ricatto di busta paga. Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è paitone-4-1024x87.jpgCazzata ispirata da la notizia del telegiornale, del lavoratore lasciato abbandonato in strada e senza un braccio, che carini però, il braccio glie l’hanno messo vicino, non a terra, in una scatola, che carini) E quando chi, per denaro, soldatini ubbidienti e per vantaggio loro personale a obbedire a gli ordini del potente di turno? e che volesse impossessarsi di altro territorio e più tanto territorio di quel che già ha? magari di uno con disponibilità di arsenale nucleare? Bomba nucleare e bomba all'idrogeno. | Brucedi uno che dipende a come che si alza al mattino? e che magari decide di fare fuochi d’artificio con le tante bombe atomiche che ha a magazzino? A quel giorno voglio vedere che validità hanno le carte contro le armi nucleari. Vedi adesso che in Europa hanno sequestrato beni immobili dei russi, e i russi hanno sequestrato attività e beni immobili di società e cittadini d’Europa. Pola Istria Fiume 1943-1945. L'agonia di un lembo d'Italia e la tragedia  delle foibe - Gaetano La Perna - Libro - Ugo Mursia Editore - Testimonianze  fra cronaca e storia | IBS(non ti dice niente la ex Jugoslavia? vi ricordate di quando l’Istria era in gran parte italiana?) Di Marguzzo e Sarzena si va a dire che unico proprietario era un nobile di stirpe Longobardi. Ecco, qui queste Valli del Marmo sono sempre state insofferenti ai comandatori. Esatto, tanto che anche Roma, che anche l’Impero Romano con tutte le sue legioni, conoscevano il temperamento di queste genti delle Valli del Marmo, e specie il temperamento de le donne di queste valli. Esatto, per non aver problemi Roma aveva dichiarato Brixia provincia autonoma, che libera di autogovernarsi. (che poi, se a Roma si tiravano li le donne dei popoli conquistati, farne delle schiave pronte a e disponibili a ogni desiderio del signorotto e della moglie del signorotto e dei figli del signorotto, a le donne delle Valli del Marmo? esatto, quelle no, le donne de le Valli del Marmo erano considerate indomabili. E anche se adesso non sono più quelle donne, e nemmeno quelle di queste valli, e aggiungo purtroppo. Nel senso, che vuoi, che un soldato romano, un console romano, che un imperatore romano andavano a giacere con una donna di queste valli? La prima parte della Geografia di Strabone, di greco tradotta in volgare  italiano da M. Alfonsoma che dici, col rischio di perdere il gingillo, e a causa che stato sgagnato mentre che stava in bocca a la schiava e proprio e magari quando intento a sputare? Non è del sottoscritto che non ne può conoscere di meno, è di tal Strabone che da libro in photo. Che poi, Strabone dice della cultura, che dice: non confondiamo la cultura con l’intelligenza. Uno e una possono anche essere intelligenti e al contempo di scarsa cultura generale. Ritornando ancora a schiacciare il tasto de la tal bella e sexy influencer, nel senso, Francesco Guccini, quel che dice l’intelligenza artificiale? l’intelligenza artificiale dice che le sue cazzate son seguite da 80mila scuriosatori, mentre le perle di saggezza della ..iara …ragni, sempre l’intelligenza artificiale a dirlo, ebbene le perle di saggezza, i consigli per essere e diventare di moda, per stare al passo coi tempi, chi pendono da i video de la …iara …rragni appena 29 milioni di scuriosatori, pardon, più che altro scuriosatrici. Esatto, metà italiani, quasi tutte le donne, che pendono da la bocca della divina …iara ..erragni. Esatto, tal ragazze e tal donne non hanno meglio da fare che buttare via metà tempo della loro giornata succubi e dipendenti di un piccolo schermo, il quale, gli indirizza la vita, scelte e bisogni e chi ne ha più ne metta. Talmente intelligenti che senza un piccolo schermo non sarebbero più capaci nemmeno di vivere? E non credo che su 29milioni, che più tante le donne, che tutti e 29milioni di italiane e italiani, che tutti poco intelligenti, per me se mai al contrario, molto intelligenti, ma questa intelligenza usata forse male? Nel senso che, per essere e seguire la tecnologia ci deve stare e per forza anche una buona dose di intelligenza, vi pare. Esatto, non confondiamo la cultura, il sapere, con l’intelligenza. L’intelligenza è l’altra faccia de la furbizia, l’intelligenza è la faccia buona della medaglia, la furbizia è la faccia cattiva della stessa medaglia. Fa solo che male vedere che spesso e volentieri tante giovani ragazze che buttano al vento altre occasioni e per imparare a fare qualcosa che di sicuro più gratificante di star a pendere da le labbra di tal star del piccolo schermo. Sprecata l’intelligenza per seguire in 29milioni la …iara …rragni? al sottoscritto non glie ne può fregar di meno, come diceva Freak Antoni? esatto … quando arrivo a fine mese faccio il conto delle spese, i gelati sono buoni ma costano milioni … riferito a chi buttava via il denaro per comprarsi una dose di cocaina, e che a lui, quel che facevano gli altri con le loro palanche non glie be poteva fregar di meno, non glie ne poteva fregar di meno se tali erano diventati dipendenti di tal sostanza, e che al sottoscritto non glie ne può fregar di meno se metà degli italiani, se le ragazze e le donne italiane a dipendere da le labbra de la …rragni … Ma ritorniamo a anno 1967, come faceva una cover di una canzone che noi ragazzi storpiavamo? ah si: … le tue labbra sono un grosso richiamo per il … … che ho in mano … e questo mentre tentavamo a scimmiottare con la chitarra le star musicali di quei tempi. Ma questa è altra storia. Dico di lei, della …rragni perchè adesso è finita ne l’occhio del ciclone, ne l’occhio de la gogna mediatica. Ma sai quante che ce ne stanno come la …iara …rragni, dove persone che persone che si credono intelligenti? non è che si credono, è che sono si intelligenti, intelligenti da buttare via metà tempo della loro giornata a seguire e a pendere da le labbra di queste nuove divinità mediatiche. Detto questo, che il sottoscritto scarsamente intelligente, con small intelligenza tale e quale al gingillo, che notoriamento extra small? Chi di poca intelligenza si deve accontentare di leggere Strabone. Che logico, a parole del sottoscritto quel che voleva far intendere Strabone a proposito de le donne delle valli del Marmo) LE X GIORNATE DI BRESCIAChe poi, gli abitanti di queste valli del Marmo hanno fatto la storia di Brixia prima e di Brescia poi. (non ti dice niente il perchè la Nike Alata stata regalata da l’imperatore romano, regalata proprio a Brixia? non ti dice niente la storiella delle Gloriose X Giornate di Brescia? del perchè il poeta Giosuè Carducci per Brescia aveva coniato l’appellativo “BRESCIA LEONESSA D’ITALIA”) Le battaglie di queste genti e per affrancarsi dal tiranno, iniziano da lontano, da molto lontano, sono storia, e la storia passata è storia da conoscere. Che poi, probabile che a Paitone, verso fine anno, ci faremo ancora una gara, che battezzata GIRO DEI TRE DE PAITU’. Dove che al momento de tal gara si andrà anche a sbrodolare dei Tre De Paitù, personaggi entrati ne l’immaginario collettivo di questa zona, dove che una photo, (che l’intelligenza artificiale di google, al momento, photo che c’è ma che non in grado di mostrare, sarà in grado dopo, dopo che il torneo avrà pubblicato tal photo sul sito) forse a dar vita a questa leggenda? Ma non è ancora il momento di sbrodolare del Giro Dei Tre De Paitù. Che altro dire del giro di domenica, che se diventato meno scorrevole, però più interessante, più wild, meno addomesticato, come ai tempi non era dato di addomesticare le genti di queste valli. Ricordo a chi che gioca col torneo, che probabile, che se, causa brutto meteo non si arriva a n°30 in ordine di arrivo, esatto, raddoppia il punteggio, esatto, tale e quale alla gara dei Tre Cornelli. ALOHA (mauro)


  • giro a san martino (a proposito del giro)

    Il giro, visto che cambiato il punto di ritrovo, che siamo in piazza Sandro Pertini e che dotata di videosorveglianza, detto questo che di logica, che cambiato un po’ anche del giro. Che cambiato e non solo cambiato il senso di marcia, ma cambiato anche il tratto iniziale e cambiato anche il tratto finale. In pratica, visto che domenica passata c’è stata la gara di Marcia Di Regolarità, troverete buona parte del nostro giro che combacia col giro de la Marcia Di Regolarità. Questo se da una parte può diventare un vantaggio, l’altro lato de la medaglia magari diventa svantaggio. Esatto, che può far sbagliare deviazione. Allora, voi tenete buono la bolinatura azzurro, direzione gara di regolarità, che per 1km è lo stesso tratto anche nostro. Arrivati a 1km, arrivati a la vecchia fornace diroccata e cadente, noi tiriamo via dritto e in salita verso il Buco Del Frate, esatto, la stessa andata de la gara di Paitone quando dentro in calendario Gardesano. (la bolinatura, arrivati li a la ex fornace, al bivio loro hanno svoltato a dx)Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è paitone-1.jpgEcco guarda la cartina, tu tieni via Chiosetto in salita, non svoltare a dx e a seguire la bolinatura azzurro. I segni li ritroviamo più avanti, nel senso che loro sono arrivati li al Buco Del frate con sentiero altro. Arrivati al Buco del Frate, troviamo ancora per qualche decina di metri la bolinatura azzurro, non correte dietro a quella, ma correte dietro ai nostri segni di farina bianca. Che a ore 7,30, il sottoscritto e Vincenzo Salogni siamo partiti prima, molto prima e per andare a segnare le deviazioni con la usuale farina bianca. Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è paitone-2.jpgPassato la sbarra, vi trovate la cascina. passate a sx della cascina, è una singola traccia usata da gli appassionati de la bici de le ruote grasse. Ecco che fuori dal bosco ci troviamo su stradina asfaltata, svolta a sx e poi dopo poco svolta a dx su stradina sterrata. Inizia il bosco wild, un bosco fitto di vegetazione e selvaggio. Ecco che dopo 600/700mt di bosco wild, ritroviamo la bolinatura azzurro de la gara di Marcia di Regolarità. Adesso teniamo sempre la bolinatra azzurro, che in pratica è esattamente il sentiero CAI scb530. Passiamo dal monte Ventola e a un certo punto abbandoniamo la bolinatura azzurro e abbandoniamo scb530. Dove loro svoltano a dx in salita, noi tiriamo via per dritto, spero che le fettucce nostre le lasciano stare. Le nostre fettucce non sono l’usuale nastro bianco rosso, in quanto che usato anche da loro per la gara di Marcia Di Regolarità. Spero che il sottoscritto e Vincenzo facciamo un bel lavoro. Dopo poco ritroviamo la bolinatura azzurro, è bella stradina forestale e carrabile e che ci porta su la strada asfaltata di Sarzena. A questa volta non attraversiamo il prato, svoltiamo a dx in salita su strada asfaltata, è breve tratto in salita e al bivio, tenere a sx, al prossimo bivio ancora a sx e fino a dove passa il torrente, asciutto, ecco, li svolta secca, secchenta a dx e dentro la stradina sterrata de la Laura e per passare nel campo che porta a la casettina del Battista, il mio vicino di casa. Secondo il sottoscritto, quello è il punto più critico per via di segnaletica, esatto, non ci stanno alberi da attaccare fettucce, la farina si perde tra l’erba, segnare di vernice impensabile. Ecco che metteremo conficcate a terra delle bandierine triangolari colorate.Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è paitone-3.jpg Lo scorso anno non avevate sbagliato la deviazione, ma anche perchè ci stavano due volontari. Quest’anno il torneo è costretto di tracciare i giri e senza volontari, ma qualcuno a questo non ci pensa? cioè, volete giocare? vi piace giocare? vi piacciono i giri? ecco, se a qualche gara dovesse capitare qualche segnalazione poco chiara, dopo è assurdo di lamentarsi. Già siete a conoscenza del detto che dice che: uno contro cinque è troppo e per qualsiasi Bruce Lee, esatto, la realtà non sono i film. Non si può pretendere servizio gara con quattro volontari sul campo, e pretendere stesso servizio di quaranta volontari sul campo. L’alternativa è se tenere in piedi il calendario del torneo, o se di mandare a..ulo il gioco, i giri, le gare del torneo. Detto questo, l’experience, insegna, e son sicuro che il sottoscritto e Vincenzo domenica segneremo in modo chiaro e inequivocabile il giro. Ecco che fuori da la casettina di Battista, li siamo a San Martino, tiriamo via dritto e al bivio giù in discesa e dopo un po’ di discesa su stradina forestale, iniziamo a risalire e per passare fuori da la sbarra e di trovarci a l’abitato di Marguzzo, dove ai tempi faceva comune a s’è stante- Giù in discesa e siamo ancora su sentiero CAi scb530. Adesso facciamo solo sentiero CAI scb530, con passaggio dentro al Sagrato del Santuario di Madonna di Paitone per non sbagliare seguite la bolinatura azzurro. Dove a un certo punto, fuori dal Santuario, giù da la scalinata loro hanno tirato giù in discesa su stradina asfaltata, NOI NO, noi facciamo sentiero scb530, sconnesso e sterrato e che passa davanti a la Chiesetta di San Rocco, e sempre in discesa di andare su la stradina asfaltata de la Colombera, al bivio, direzione per andare al campo sportivo, esattamente da dove che siamo partiti con la gara. Certo, a parole, per il sottoscritto è facile, a parole. Nato e cresciuto in questi posti, per il sottoscritto è facile, spero solo che a segnare di far meglio de le parole. Esatto, come a volte capita di segnare male le deviazioni, spesso e volentieri il sottoscritto uso anche di usare parole sbagliate, non è del sottoscritto, è del maestro Francesco Guccini. Detto questo speriamo di non ricevere la visita del nostro amico topo d’auto. ALOHA (mauro)


  • giro a san martino (natura dei premi)

    Da 44 SCATTI, del giro di domenica si vede con la neve, esatto, sono immagini de l’inverno, quando che invece domenica è anche la prima gara d’estate del torneo. Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è DSC05639-1024x768.jpgQuesto che ne premiazioni del settore femminile ci metteremo dentro anche qualcosa che richiama l’estate. Sono dei bei cappelli da spiaggia, d’estate, e che vanno di moda adesso. Per le donne, oltre al cappello da spiaggia di moda quest’anno abbinato anche un bel completo fitness, che sempre modello estivo, ma che poi, e chi l’ha detto?  che questo completo va benissimo anche in inverno, esatto, quando che usato in palestra. Dove che sono state tre volte a fila a gara del torneo che anche l’ultima delle donne arrivate a tagliare il traguardo è andata a premio, e non mettiamo i nomi, che se ci sta una colpa, la colpa è di logica che è de le donne quelle che hanno fatto scelta di non partecipare, lasciandosi guidare dal sentimento di antipatia? (e credo che anche domenica tutte le donne premiate, esatto, questo è l’andazzo che ci sta al torneo, poche donne e tutte premiate. Tu dagli una maglietta rosa, una regina da seguire, e come che brave, bravissime api operaie, a tal gare rosa, pagando il doppio o il triplo, vanno contente come uno sciame a impollinare il loro fiore. Dopo, non stanno a sindacare che hanno pagato il doppio di cartellino iscrizione, stanno a sindacare su i premi del torneo? e quando che il costo è solo 5€? esatto, il mondo che va al contrario. Detto questo, che dal proverbio che dice: al torneo non c’è il due senza il tre, e che poi il quattro arriva da s’è.  Esatto, come arrivare ultima ultimenta e essere premiata a lo stesso come che stata premiata la prima a tagliare il traguardo)   Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è DSC05640-1024x768.jpgSai che non ne trovi tante di gare a 5€ dove che premiano tutte le donne che a partecipare. (che al torneo già solo la bellezza dei posti, la bellezza del giro, già questo vale il doppio del costo cartellino iscrizione) Logico, al torneo è possibile premiare tutte le donne anche perchè, esatto, perchè al torneo le donne sono sempre che poche al via. Esatto, il movimento rosa preferisce le altre gare più onerose e ci partecipano volentieri e anche se già sicure di partecipare ma di non beccare. Esatto, sono d’accordo con queste donne, che senso ha di correre, di gareggiare, e solo per beccare la sportina? però, a come mi diceva un mio categoria e quando mi vedeva senza numero gara: mauro, che fai fai la gara e senza numero? gareggiare per gareggiare, che male c’è di ritornare a casa anche con un bel premio, che non credo che è peccato beccare un premio. (e anche al torneo, carissime, non è peccato a ritornare a casa con un premio. Il premio è in palio, mica che lo rubate. Che senso ha di sputarci sopra, che senso ha di non star a guardare quel che ti danno a altre gare, e mentre state spesso e volentieri a sindacare de la natura del premio che ci sta a gare del torneo) Ma donne, son davvero più belle, più bel giro a le altre gare e dove a beccare niente? c’è solo da prendere atto di questa realtà, e pensare che credevamo essere noi del torneo a tracciare i giri più belli, ma evidentemente non è affatto così. Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è DSC05641-1024x768.jpgDetto delle donne, di certa mentalità, che fortunatamente il mondo femminile è vario, molto colorato, di tanti colori e di tante sfumature. (dove sta da Madre Natura che è l’uomo, o meglio, che è il maschio che deve rincorrere la donna, o meglio, il maschio che deve andare in cerca della femmina e di rincorrerla e fin quando che riesce a prenderla. Chissà perchè Madre Natura ha voluto questo, ma sicuro che un motivo ci starà) ecco che in immagine quel che sul piatto di portata riservato a loro, a le donne, esatto, già detto del cappello da spiaggia e del completo fitness. E i maschietti? per i maschietti al momento, da la cinesina poco e niente per i maschietti. Questo che per gli uomini i premi si deve inventarli su i due piedi e al momento sul campo gara, e con quello che in casa. Che ancora da far fuori anche un po’ di prodotti del supermercato, sia alimentari e sia per la pulizia de la casa. Magari va meglio a chi non in premiazione di categoria, (esatto, ai per i NON competitivi il rischio è quello di pescare il numero fortunato e di ritornare a casa con un bel premio, bel premio magari è parola grossa, allora meglio dire: di ritornare a casa con 1 premio, magari la tuta in immagine a lato?) che pescato numero fortunato a scegliereQuesta immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è DSC05642-1024x768.jpg una bella tuta sportiva, come che in immagine? dipende, la scelta è sempre personale, tra le paia di calze, la tuta sportiva o il completo di calcio o gli orologi da polso, la scelta è solo che personale di chi ha pescato il numero fortunato, anzi, uno dei cinque numeri fortunati. Causa impegno altro, la sbrodolata su le premiazioni termina così. ALOHA (mauro)


  • GIRO A SAN MARTINO (la sbrodolata)

    Così a la passata edizione. Che passata edizione funestata dal topo d’auto? uno solo? o dai topi d’auto, che più di uno? esatto, che in compagnia con quel che conosciuto come il palo? Attenzione, (per l’occasione metteremo due volontari addetti a la sorveglianza, e poi, al limite, se avete qualcosa che vi sta a cuore datelo in consegna in segreteria del campo gara) spesso e volentieri in questa zona agiscono in modo indisturbato alcuni topi d’auto. Che non solo che collezionisti di trofei in ambito podistico, alleggerire il portafoglio ai podisti, nel senso che dove facciamo campo gara, li come d’incanto, come per magia, si era volatilizzata anche la bici nuova di pacca di Maurizio, mio figlio. Più che di avvisarvi, non possiamo assoldare vigilanza armata, e questo lo capite bene anche voi. Detto questo, ecco come che stata a la passata edizione.

    42’16” Fiore Moratto / 42’44” Ivan Cotali / 43’12” Luca Bertoldi
    44’17” Ritchie Bertocchi / 44’31” Viviano Piazza / 45’12” Pier Alberto Tassi
    45’40” Roberto Sambrici / 45’43” Luca Anselmini / 45’58” Massimo Raggi
    47’55” Marco Porta / 48’17” Elisa Battistoni / 50’53” Elia Corradini
    52’28” Vanessa Corsini / 53’12” Osvaldo Bagnatica / 53’26” Guerino Ronchi
    54’16” Giampaolo Morbi / 54’20” Dario Anni / 55’48” Daniela Papetti
    56’18” Salvino Sebastiani / 56’48” Marzia Boifava / 57’15” Fabio Cerati
    57’36” Sergio Maggi / 59’42” Valentino Vecchi / 1h00’25” Annamaria
    1h00’40” Pietro Marini / 1h07’21” Gianluigi Pelucchi
    1h07’25” Andrea Longhini / 1h07’34” Silvia Porta / 1h07’38” Anna Franzoni
    1h09’48” Ilaria Mazzini / 1h10’17” Fulvio Ravelli

    Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è VALENZA-SAN-MARINO-PAITONE.jpgIn pratica è il giro de la passata edizione, e però migliorato in fatto che la discesa asfaltata dal Buco Del Frate, a questa volta, tal tratto, lo facciamo in salita. Che magari meno fluido e dove c’è da sudare ma più gradito fatto in salita che in discesa. Che non solo mentalmente più gradito, ma più gradito anche a il nostro organismo, nel senso: schiena, articolazioni e chi più ne ha più ne metta, esatto, ringraziano. Nel senso che se diventerà anche cinque minuti in più di gara, però in questo modo, giro che tracciato al senso di marcia contrario, è anche giro che diventato più gradevole da correre. Intanto buttate un occhio su Altimetria, Giro topografico / Giro che fa vedere come si presenta la zona e vista dal satellite. (non posso far a meno di notare la parola topografico, esatto, che l’unico topo che ci sta simpatico) Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è giro-san-martino-2024-altimetria.jpg

    Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è giro-san-martino-2024-topografico-1024x528.jpg

    Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è giro-san-martino-2024-satellitare-1024x564.jpg

    Magari meglio anche di rinfrescare anche la memoria e per quanto sono le tre situazioni dove questa gara porta bel vantaggio, esatto: CAMPIONATO CORSA IN MONTAGNAQuesta immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è abbuono-dote-montagna-16-giugno-2.jpgCOMBINATA QUADRA DI GAVARDO Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è quadra-1-9-giugno-2-1024x366.jpgQuesta immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è quadra-2-9-giugno-2-1024x368.jpgQuesta immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è quadra-3-9-giugno-2-1024x136.jpg COMBINATA TRA PIETRA & BOSCO Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è pietra-bosco-16-GIUGNO-1-1-2.jpgQuesta immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è pietra-bosco-16-GIUGNO-2-1-2.jpgQuesta immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è pietra-bosco-16-GIUGNO-3-1-2.jpg

    Dove che domenica chi a non arrivare a 200pt totale, non passano il turno, esatto, i nominativi vengono eliminati dal gioco, vanno avanti solo chi a passare il turno. (che aggiorneremo man mano anche le classifiche de le altre combinate, dove che arrivati alla quinta gara di tal combinata, chi non arrivati a totalizzare 200pt, non passano il turno, e poi si prosegue con le eliminatorie, sesta gara a passare il turno sono 300pt, arrivati a settima gara di tal combinata a passare il turno servono 400pt, esatto, a ogni gara dopo la quinta di tal combinata l’asticella da superare per passare il turno si alza sempre di 100pt in più) Dovete farci l’abitudine a le eliminatorie, e sarà così anche a le altre combinate, dopo sei mesi, dopo la fase dei preliminari, che è da come che andata la fase dei preliminari, come a ogni torneo che si rispetti, come a ogni torneo che si rispetti entrano in campo le eliminatorie. Noi giochiamo, e anche se ci stanno ancora tanti e ancora tante che snobbano queste gare, (che non di loro gusto perchè cartellino iscrizione a 5€? perchè l’organizzatore non regala numerosi cartellini iscrizione a gratis a i presidenti de le blasonate squadre? o semplicemente perchè brutte gare e poco interessanti? beh, allora saranno interessanti le gare senza un ordine di arrivo, non lo sapevo e ne prendiamo atto. Ma sin da la prima gara di anno 2014 che al torneo si stila sempre l’ordine di arrivo, e ai primi anni era ancora con più dettagli, esatto, dove che col sistema ZRT ci stava anche la performance gara correlata a la propria categoria. Detto questo, il sistema che in uso a questi ultimi due anni, è più snello e sbrigativo, e grazie a la Andreina, che sistema che nulla ha da invidiare al sistema quello conosciuto come ZRT. Esatto, il nostro è un giocare con la corsa a piedi, ma un gioco dove che teatro e campo gara sono bellissimi posti, tra i più bei posti della provincia di Brescia. Detto ancora questo, il gioco sta in piedi e solo se ci stanno chi che gli piace di giocare, e questo vale per tutti i tipi di gioco, esatto, vale anche per il gioco di coppia sotto le lenzuola. Esatto, se non sparavo la mia cazzata non ero contento) esatto, alle finali ci arrivano solo chi a passare il turno, allora ci arrivano solo i più forti e le più forti? eh no, ci arrivano solo chi che sin da l’inizio non hanno snobbato queste belle gare, che non hanno snobbato questo bel circuito gare, e di logico che non hanno snobbato i premi finali in palio e se riescono a andare in finale, esatto, sono premi che beccati e strameritati. Esatto, chi altri comitati? Esatto, qualcuno e qualcuna a fine anno contenti e contente, qualcuno e qualcuna a storcere il naso? e quando la colpa solo che stata la loro? Esatto, il torneo partecipare è a scelta, nessuno obbliga nessuno e nessuna a partecipare. Esattamente stessa cosa che nessuno aveva OBBLIGATO, nessuno e nessuna, di NON PARTECIPARE. ALOHA (mauro)


  • el giro dei tre de butisì (report)

    Come che andata? che bello di dire che andata bene, anzi, che andata benissimo. Ritchie, per tutto quel che da al movimento del running di Brescia e provincia, questo successo se lo meritava, e voi PARTECIPANTI, avete riconosciuto più che il runner di grande caratura, grandissima caratura, avete riconosciuto e avete dato merito al Ritchie persona, galantuomini come che ormai stanno scomparendo, e aggiungo: purtroppo. Detto questo, Ritchie ha avuto degli amici che lo hanno aiutato, e in primis i hunter di Botticino Mattina, esatto, i cacciatori di Botticino Mattina, quelli che il giro passava davanti anche a la loro casa ritrovo li in montagna, li nei pressi del Crosal. Esatto, adesso come adesso, se non ci fossero gli Alpini e i Cacciatori, ma sai a quanti sentieri nel bosco che andrebbero inesorabilmente persi. Detto questo, il giovane e forte atleta e la giovane e bella e forte atleta, i due a firmare la pagina de l’Albo D’oro di questa importante gara, e anche a stamattina sono stati due atleti de Atl. Gavardo ’90. Da dire che, con piacere, con tanto piacere, stamattina si è rivisto una folta e nutrita partecipazione degli atleti de Atl. Gavardo ’90, esatto, che quando sul campo gara ci sta tanto Atl. Gavardo ’90, questo è sinonimo di successo per qualsiasi organizzatore. Esatto, Atl. gavardo ’90 è una delle poche squadre in grado che da sola di regalare un bel successo di partecipazione, ma più che altro di gran qualità atletica a qualsiasi gara, e non solo a gare del torneo. Detto questo, chi a firmare l’albo d’oro di questa edizione de la el giro dei tre de butisì, sono stati LUCA BERTOLDI & VANESSA CORSINI, che in photo immortalati con Ritchie, con l’organizzatore, con RITCHIE BERTOCCHI. Ultima cosa, il sottoscritto, i volontari e soprattutto Ritchie, diciamo PARTECIPANTI: GRAZIE, MILLE VOLTE GRAZIE a tutti chi hanno partecipato, esatto, anche a chi hanno scelto di fare la non competitiva, e stamattina a fare la non competitiva siete stati tanti e siete state tante. Ma ecco quel che interessa di una gara, esatto, l’ORDINE DI ARRIVO, e preciso e puntuale come sanno fare bene la coppia ANDREINA & LUCA, che in photo la competente e efficiente coppia, Giudici Gara bravi come sono in pochi. Detto questo ecco che segue tal ordine di arrivo di questa quarta edizione de la gara EL GIRO DEI TRE DE BUTISI’.

    32’65”
    Bertoldi Luca. 96 (1) 
    15
    -1
    5
    190
    34’06”
    Noventa Gabriele 89 (2)
    15
    -1
    5
    190
    34’12”
    Cominoli Luca 78 (4)
    15
    -1
    5
    190
    34’16”
    Bresciani Giuseppe 82 (4) 
    14
    -2
    5
    170
    34’25”
    Bianchi Pietro 85 (3)
    15
    -1
    5
    190
    34’42”
    Bosio Danilo 72 (6) 
    15
    -1
    3
    170
    34’52”
    Moratto Fiore 75 (5) 
    15
    -1
    3
    170
    35’00”
    Regazzi Fabio 94 (1) 
    14
    -2
    3
    150
    35’02”
    Bonandi Daniele 89 (2)
    14
    -2
    3
    150
    35’12”
    Bosio Luciano 64 (7) 
    15
    -1
    3
    170
    35’59”
    Tema Florian 91 (2)
    13
    -3
    2
    120
    36’02”
    Cosenza Manuel 80 (4) 
    13
    -3
    2
    120
    37’21”
    Antelmi Matteo 85 (3) 
    14
    -2
    2
    140
    38’00”
    Piazza Viviano 73 (5) 
    14
    -2
    2
    140
    39’32”
    Busi Damiano 74 (5) 
    13
    -3
    2
    120
    40’16”
    Zucchini Roberto 63 (7) 
    14
    -2
    1
    130
    41’20”
    Corsini Vanessa 94 (1) 
    15
    -1
    1
    150
    41’23”
    Eleuteri Emanuele 81 (4)
    12
    -4
    1
    90
    43’09”
    Fontanella Ferdinando 68 (6) 
    15
    -1
    1
    150
    44’33”
    Bassetto Roberto 84 (3)
    13
    -3
    1
    110
    44’49”
    Zuin Massimo 72 (6)  
    14
    -2
     
    120
    45’00”
    Melzani Fabio 70 (6)
    13
    -3
     
    100
    45’06”
    Anni Dario 68 (6) 
    12
    -4
     
    80
    45’06”
    Zanardelli Enrico 64 (7)
    13
    -3
     
    100
    45’17”
    Apolone Elena 69 (6) 
    15
    -1
     
    140
    45’24”
    Papetti Daniela 65 (7) 
    15
    -1
     
    140
    46’00”
    Pareccini Francesco 67 (7)
    12
    -4
     
    80
    46’26”
    Castegnati Claudio 73 (5) 
    12
    -4
     
    80
    46’34”
    Bassetto Stefano 76 (5)
    11
    -5
     
    60
    47’00”
    Cirelli Massimiliano 77 (5) 
    10
    -6
     
    40
    47’14”
    Scarale Alessandro77 (5) 
    9
    -7
     
    20
    47’20”
    Regazzi Domenico 55 (9) 
    15
    -1
     
    140
    47’46”
    Zanardelli Carlo 53 (9) 
    14
    -2
     
    120
    48’06”
    Saottini Bresciani Annamaria 64 (7) 
    14
    -2
     
    120
    48’34”
    Lanzetti Luca 91 (2)
    12
    -4
     
    120
    49’08”
    Orizio Simone 75 (5)
    9
    -7
     
    20
    49’56”
    Nedrotti Simone 74 (5)
    9
    -7
     
    20
    51’08”
    Salogni Vincenzo 83 (3)
    12
    -4
     
    80
    51’21”
    Perotti Paolo 82 (4) 
    11
    -5
     
    60
    51’32”
    Maggi Sergio 56 (9) 
    13
    -3
     
    100
    51’48”
    Taddeolini Francesco 68 (6)
    11
    -5
     
    60
    52’23”
    Pelucchi Gianluigi 57 (9) 
    12
    -4
     
    80
    52’28”
    Contessa Agnese 77 (5) 
    15
    -1
     
    140
    52’54”
    Olivetti Alberto 80 (4) 
    10
    -6
     
    40
    53’06”
    Molinari Fabio 65 (7) 
    11
    -5
     
    60
    54’10”
    Sorze Francesca 72 (6)
    14
    -2
     
    120
    55’00”
    Segalini Andrea 75 (5) 
    9
    -7
     
    20
    55’09”
    Avallone Antonio 64 (7) 
    10
    -6
     
    40
    55’12”
    Pintori Giovanni 63 (7)
    9
    -7
     
    20
    56’16”
    Destro Patrizia 59 (8) 
    15
    -1
     
    140
    56’16”
    Amoruso Salvatore 60 (8)
    15
    -1
     
    140
    56’34”
    Colombini Elena (6) 
    13
    -3
     
    100
    58’40”
    Tomasoni Francesco 68 (6)
    10
    -6
     
    40
    58’40”
    Tabeni Francesca 71 (6)
    12
    -4
     
    80
    1h00’07”
    Mazzini Ilaria 92 (2) 
    15
    -1
     
    140
    1h00’36”
    Marchioni Maurizio 62 (8) 
    14
    -2
     
    120
    1h01’50”
    Bagnatica Osvaldo 77 (5) 
    9
    -7
     
    20

    Ecco che visto che la gara valevole anche di campionato corsa in montagna, e che si assegnavano anche abbuono di 20” ai primi dieci uomini e a le prime cinque donne, ecco come che è la situazione, aggiornata a 16 giugno. Che domenica prossima a Paitone, gara e ancora che assegna abbuono a CAMPIONATO CORSA IN MONTAGNA

    Che segue è la situazione aggiornata de la COMBINATA FORREST GUMP

    Che segue è la situazione de la combinata PIETRA & BOSCO, la prossima gara valevole ancora di questa combinata è domenica prossima li a Paitone, esatto, è la regola non scritta che dice che spesso e volentieri i premi più belli li beccano a chi li vuol beccare

    Ecco come che è la situazione ne la combinata TRAIL & EMOTIONS

    Infine la situazione di chi la tenta di diventare protagonista a la conviviale festa di fine anno, e dove che premieremo chi ne le posizioni di alta classifica de le varie combinate di anno 2024.

    Dove che tanti dei premi finali sono già che in casa, esatto, l’andazzo sta proseguendo in vantaggio su l’andazzo de lo scorso anno, e questo ne va a beneficiare la festa sociale di fine anno. Questo che se diventerà una bella festa sociale di fine anno, il merito solo che di voi PARTECIPANTI, che di dirvi GRAZIE è ANCORA POCO, ma è poco anche se a dirvi MILLE VOLTE GRAZIE. Dove che a lo scorso anno dopo n°24 gare si registravano 805 classificati, e invece a quest’anno e sempre dopo n°24 gare, il computo dei partecipanti, totale fa registrare numero di 1186. Esatto 381 partecipanti in più. che in soldoni vuol anche dire che dopo ventiquattro gara 1905€ in più e da usare a fine anno. Credo proprio se l’andazzo continua, come che dice il grafico, (il grafico è solo che matematica, non è un opinione personale o un parere personale, è solo che realtà) che se continua così, credo, e spero che sai che bella festa sociale di fine anno che diventa. 

    Dove che tanti dei premi finali sono già che in casa, esatto, l’andazzo sta proseguendo in vantaggio su l’andazzo de lo scorso anno, e questo ne va a beneficiare la festa sociale di fine anno, pardon, che più che altro ne vanno a beneficiare chi che hanno voluto giocare col torneo.


  • domenica 16 giugno

    La lievitazione non si ferma, al momento esattamente n°35 preiscritti, GRAZIE, fino a ieri mai avrei immaginato di arrivare a questo numero

    Per quanto riguarda le iscrizioni, è anche sul campo gara, a partire da ore 8 e fino a pochi minuti prima del via. Preiscrizioni o iscrizioni sul campo gara cambia niente, sempre 5€ sono, esatto, non ci sta la famosa maggiorazione in uso a tante altre garebanconote false 

    Dopo da ricordare le solite raccomandazioni